L’inizio del XVI secolo

L’Ordine Teutonico all’inizio del XVI secolo

 

Alla morte del Gran Maestro Johann von Tiefen (1497) avvenne un importante mutamento, che si rivelerà fatale, nella modalità d’elezione dell’Hochmeister.  

I Cavalieri, desiderosi di controbilanciare l’autorità polacca sull’Ordine, decisero di eleggere un principe tedesco, che, pur non possedendo le caratteristiche richieste dalla regola, potesse, con il prestigio del suo rango, ridare lustro ai Teutonici e porsi quasi da pari a pari con il sovrano polacco. La scelta cadde sul principe Federico di Sassonia, il quale, forte dell’appoggio dell’Imperatore e della dieta imperiale, si rifiutò di prestare l’omaggio di vassallo alla Polonia.

Quando morì nel 1510, il Capitolo generale nominò Gran Maestro un altro principe territoriale tedesco, Alberto, Margravio del Brandeburgo, appartenente ad un ramo cadetto della casata degli Hohenzollern. Questi, come il predecessore, al momento di assumere la carica, dovette pronunciare i voti solenni. Anch’egli si rifiutò di prestare omaggio al re di Polonia, adducendo che l’Ordine era un vassallo imperiale e che quindi era da considerarsi nullo il trattato di Thorn del 1466.

Stemma del Gran Maestro von Tiefen

Stemma del Gran Maestro von Tiefen