La conquista della Prussia

La conquista della Prussia (1231-1283)

 

Balk, dopo i primi successi, iniziò la costruzione di un nuovo forte, sulla riva destra della Vistola, cui diede il nome di Torun, in omaggio alla fortezza palestinese di Toron posseduta dall’Ordine.

Toron divenne una città, la prima grande città fortificata costruita dall’Ordine in Prussia, cui affluirono molti coloni provenienti dalla Germania del Nord e dalla Boemia, mentre i pagani cercavano con frequenti attacchi di impedire l’insediamento stabile dell’Ordine.  

A partire dal 1232 Balk cominciò il rastrellamento sistematico del Kulmerland. Fondò la città di Kulm (Chelmno) con la tipologia classica delle città-fortezze dell’Ordine: una pianta a scacchiera dominata da un terrapieno sormontato da un castello. Ai coloni che abitarono queste due città, fu imposto un servizio militare permanente. 
Torre di Mestwin (Wie?a Mestwina), ex torre di guardia dell'Ordine Teutonico, considerato il più antico edificio di Che?mno

Torre di Mestwin (Wieza Mestwina), ex torre di guardia dell’Ordine Teutonico,  considerato il più antico edificio di Chelmno 

 

Al momento della morte del Von Salza, nel 1236 i Teutonici controllavano ormai tutto il Kulmerland, la Pomesania e la Pogesania.   

Il metodo, proseguito dai Gran Maestri successori di Von Salza, fu sempre lo stesso. Dopo aver sconfitto i pagani, si chiedeva la loro sottomissione e la conversione, poi era subito edificata nel territorio conquistato una fortezza, attorno alla quale si sviluppava in seguito una città, ove affluivano i coloni tedeschi che si mescolavano con la popolazione locale. Nacquero così, tra gli altri, i castelli di Kreuzburg (Città della croce), Heilsberg (Monte santo).